fbpx

TEORIA MUSICALE E EAR TRAINING

CORSO COLLETTIVO

Teoria Musicale 1° livello

Semiografia musicale

Le note, il pentagramma, le chiavi musicali, le alterazioni cromatiche, figure e valori musicali, i segni di prolungamento, principali segni di articolazione e dinamica, il suono e i suoi parametri (altezza, intensità, timbro, durata), indicazioni dinamiche e timbriche, agogica.

Il ritmo

Ritmo e metro, la pulsazione, la misura, le unità metriche.

La scala e la tonalità

I concetti di tono e semitono, la scala diatonica, la scala cromatica, i suoni omologhi, modo e tonalità, i nomi e le funzioni dei gradi della scala, la scala minore naturale, pentatonica maggiore e minore, il circolo delle quinte, gli intervalli e i loro rivolti, concetti di armonia.

Clicca per richiedere info sul corso

Ear Training 1° livello

Riconoscimento e intonazione

  • intervalli melodici (nell’ambito dell’ottava)
  • scala maggiore
  • scala minore naturale
  • scala cromatica
  • pentatonica maggiore e minore
  • arpeggi e accordi (triadi e rivolti)
  • Lettura ritmica e melodica

Dettati:

  • dettato ritmico 
  • dettato ritmico-melodico

Teoria Musicale 2° livello

Semiografia musicale

Abbellimenti e abbreviazioni, il sistema delle sigle.

Il ritmo

Ritmi iniziali e finali. contrasti ritmico-metrici, i gruppi irregolari.

La scala e la tonalità

La scala blues, la scala minore melodica, la scala minore armonica, le scale modali, relazioni fra tonalità, la modulazione, concetti di armonia.

Clicca per richiedere info sul corso

Ear training 2° livello

Riconoscimento e intonazione

  • intervalli melodici e armonici nell’ambito dell’ottava;
  • scale: minore melodica e armonica; blues; esatonale; modali
  • accordi e arpeggi (quadriadi e rivolti) 
  • riconoscimento progressioni armoniche più comuni 

Lettura ritmica e melodica (tradizionale e swing)
Dettato ritmico-melodico (anche a due parti)

FINALITA’ DEL CORSO

L’orecchio umano è il collegamento diretto tra musica e cervello, ed è tramite un buono sviluppo dell’orecchio che si potrà interiorizzare ed utilizzare tutti gli elementi di teoria musicale studiati.
L’aspetto razionale del cervello non sarà mai veloce quanto quello emotivo ed istintivo, ed è proprio per questo che se l’ascolto viene educato, si darà modo all’allievo di sviluppare musicalità ed una maggiore rapidità nell’apprendimento.
Il corso oltre allo sviluppo dell’orecchio inteso come elemento d’ascolto vuole anche sviluppare il ritmo e l’indipendenza tra voce ed altre parti del corpo.